Partecipazioni e inviti alle nozze

  • Share
  • Share

Partecipazioni e inviti alle nozze. Con le partecipazioni si dà l‘annuncio ufficiale del matrimonio è quindi necessario pensarci con almeno 3 mesi d’anticipo alla data delle nozze.
Con tale invito alle nozze, il destinatario si ritiene invitato sia alla cerimonia nuziale, sia al banchetto.
La tradizione richiede che le partecipazioni siano stampate su cartoncino doppio, a libretto, di colore bianco o avorio, liscio o leggermente ruvido.
La stampa (o piana o a rilievo) dovrebbe avere un carattere classico (meglio se in corsivo). Il galateo richiederebbe che gli indirizzi sulle buste siano scritti a mano con inchiostro blu.

SCRITTURA CLASSICA DI UNA PARTECIPAZIONE
- In alto a sinistra devono essere indicati i nomi dei genitori della sposa che annunciano il matrimonio;
-In alto a destra i genitori dello sposo il matrimonio del figlio con la stessa formula;
-Più in basso, al centro: data, ora e luogo della cerimonia;
-Più in basso, al centro, il nuovo indirizzo degli sposi;
-Più in basso, rispettivamente a sinistra e a destra: indicare gli attuali recapiti della sposo e dello sposo.

Dal primo Gennaio 2011 sono cambiate le modalità di “affissione” delle pubblicazioni, si è passati dal reale al virtuale, ma non tutti i comuni si sono ancora adeguati.
Il ministero della funzione pubblica ha richiamato i comuni italiani al rispetto dell’articolo 32 della legge 69/2009 (http://www.parlamento.it/parlam/leggi/09069l.htm) ,  finalizzato all’eliminazione degli sprechi.

 

Consigli utili
La partecipazione comunica anche lo “stile”  che avrà la cerimonia. Quindi, se sarà una cerimonia elegante e tradizionale, dovrà esserlo anch’essa.

Articoli correlati:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>